14 / 11 / 2019 Ultimo aggiornamento: 14 / 11 / 2019
Sabato 7 settembre

Spettacolo e cultura

Ore 9.30 (Pad. 0 - Sala Convegni)
ANZIANI OGGI: "INVECCHIAMENTO ATTIVO PER UNA VITA SERENA”
Si allunga la vita media ed è importante poter contare il più possibile sulle proprie forze, per una vita attiva e appagante. Alimentazione, attività fisica, lettura, musica e cultura sono gli ingredienti – uniti all’affetto e alla famiglia – che aiutano ad avere una vecchiaia operosa, attiva e consapevole, contribuendo magari all’educazione dei più giovani, come anche scriveva Cicerone nel De senectute.
Interverranno:
- Vittorio Valente, Presidente Federpensionati Coldiretti Mantova
- Prof. Marcello Maggio, Direttore della Clinica geriatrica dell’Agenzia ospedaliera dell’Università di Parma e Direttore del progetto “Sprint-Italia Longeva”
- Giorgio Grenzi, Presidente Federpensionati Coldiretti Nazionale
Modera: Lauretta Grandelli, Direttore EPACA Mantova
Organizzatore: Federpensionati Coldiretti Mantova


Dino Villani 1Ore 17.00 (Pad. 0 Sala Convegni)
RICORDANDO DINO VILLANI – trentennale della scomparsa dell’Artista
con la partecipazione di Isa Gorreri, Domenico Pirondini e Ferdinando Capisani
A seguire: Presentazione dell’ALMANACCO GONZAGHESE 2019
A Mantova, dal 6 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020, si terrà la mostra “Con nuova e stravagante maniera”. Giulio Romano a Mantova, che intende illustrare la figura di Giulio Romano e la sua “nuova maniera” di fare arte nella città gonzaghesca.
Anche a Gonzaga si conservano tracce importanti di quel periodo, in particolare nella chiesa parrocchiale, ristrutturata negli anni ’30 del secolo XVI e dotata, nello stesso periodo, di importanti opere pittoriche della scuola di Giulio Romano: la pala d’altare della parrocchiale viene inserita nella mostra di Mantova, e messa a confronto con il cartone originale disegnato da Giulio Romano ed oggi conservato al Louvre.
L’Almanacco Gonzaghese 2020 ha pertanto come tema Il CINQUECENTO A GONZAGA ed illustra sia gli aspetti legati all’architettura che alla pittura, con una documentazione fotografica a corredo.
A cura del Centro Studi Chiesa Matildica – Gonzaga
In collaborazione con Cantina di Gonzaga che nell’occasione festeggia 90 anni di attività


anima minaOre 21.30 (Piazza Grande)
ANIMAMINA - OMAGGIO A MINA
Considerata la più celebre cantante italiana di tutti i tempi, Mina ha reso famosa la canzone italiana in tutto il mondo. Durante la propria carriera iniziata alla fine degli anni 50, ha interpretato oltre 1.500 brani, ottenendo premi e riconoscimenti ovunque.
La sua voce è unica, inconfondibile, magica.
Il repertorio di AnimaMina racchiude le più belle canzoni di Mina rivisitate per quintetto.
4 sono infatti i musicisti presenti sul palco guidati dalla voce della bravissima e carismatica Alessandra Ferrari.
Un' esplosione di note per ripercorrere una parte importante della storia della musica italiana, attraverso le bellissime canzoni interpretati da Mina dal 1960 ad oggi, anni di grandi successi e di Cover reinterpretate da Miss. Mazzini in modo straordinario. Dalle canzoni più sbarazzine, a quelle più intense, dai grandi successi alle "chicche" per intenditori... Tintarella di luna, Una zebra a pois, il cielo in una stanza, Ancora Ancora Ancora, Le mille bolle blu, E se domani, Un bacio è troppo poco, Se stasera sono qui, Amarsi un po', L'importante è finire, Non gioco più, Oggi sono io, Neve, Un'estate fa...
I musicisti che compongono AnimaMina hanno suonato con Morandi, Ligabue, Belli, Oxa, Vecchioni ed altri artisti della scena nazionale.
Alessandra Ferrari - Voce,  Vincenzo Murè - Pianoforte, Corrado Terzi - Sax, Paolo D'Errico - Basso elettrico, Andrea Burani - Batteria
Evento in collaborazione con Radio Pico

Fiera Millenaria su Facebook